L'immagine aziendale come valore aggiunto. Un concentrato della 
conoscenza dell'azienda

Piante e fiori da giardino

Le piante da giardino sono dette anche piante ornamentali. Questi tipi piante sono coltivate per abbellire il luogo in cui sono collocate piuttosto che per il loro valore commerciale.
Nella maggior parte dei casi, le piante da giardino sono coltivate per i loro fiori. Però le loro qualità ornamentali possono anche essere legate ad altre caratteristiche, come per esempio il colore e l'aspetto delle foglie, la corteccia, il portamento (di albero, rampicante o cespuglio), ma anche i frutti, i gambi e il profumo che emanano. In alcuni casi, può anche trattarsi di un carattere insolito, come per esempio le spine prominenti della Rosa sericea.

 

 

Categorie di piante da giardino

L'immagine aziendale come valore 
aggiunto. Un concentrato della conoscenza dell'azienda

Le piante da giardino possono appartenere a diverse categorie, a seconda dell'effetto ricercato e del luogo in cui le si vuole impiantare. Possiamo avere piante erbacee, annuali, biennali o perenni, piante lignee, alberi e arbusti arborescenti.
Possono essere coltivate nella nuda terra, oppure in serre o giardini d'inverno o in vaso. In tutti i casi, lo scopo è ottenere il gradimento del giardiniere o dei visitatori.
Le piante da giardino possono anche essere coltivate a scopo paesaggistico o per asportarne i bellissimi fiori.

 

Siepi e manti erbosi

Immagine aziendale, creazione siti web 
dinamici, siti dinamici per tutti Alcune piante diventano da giardino solo per effetto di una cura particolare da parte del giardiniere. È il caso, per esempio, degli arbusti lavorati per farne delle siepi: essi perderebbero subito il loro carattere ornamentale senza una manutenzione costante. È il caso anche delle graminacee coltivate per creare i manti erbosi, che devono essere tosate frequentemente.

Le piante e gli alberi ornamentali si distinguono dalle piante destinate alla produzione economica, che sono l'oggetto dell'agricoltura o della silvicoltura. Ciò non impedisce tuttavia che una specie particolare possa costituire oggetto di una coltura redditizia e possa essere apprezzata per le sue qualità ornamentali. Per esempio, la lavanda è tipicamente una pianta ornamentale nei giardini, ma può anche essere coltivata per la produzione di olio essenziale (volatile) di lavanda.